Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente, motivi statistici e pubblicità. Chiudendo questo banner, cliccando al di fuori di esso o navigando su questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

pdf Coordinamento tra Forze di Polizia Popolari

In Working Papers 2451 download

Alcune riflessioni e ipotesi di lavoro.

1. Il coordinamento
2. Ripartizione per funzioni tra Forze di Polizia
3. Ripartizione territoriale dei compiti
4. Il Sistema e la procedura di coordinamento attuale
5. Conclusioni

L’attività di coordinamento riferita all’impiego delle diverse Forze di Polizia rappresenta un aspetto peculiare della funzione armonizzatrice svolta in settori della Pubblica Amministrazione a cui sono devoluti l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. E’ evidente che il coordinamento diventa una funzione essenziale per assicurare unitarietà di obiettivo evitando sovrapposizioni tra soggetti che sono dotati, ope legis, di una certa autonomia. Nel sistema italiano, in particolare, il coordinamento, istituto che trova un suo locus standi dal 1981 con l’avvento della Legge 1 aprile 1981 n.121, è da molti percepito ormai come una sorta di strumento di verifica, oltre che di esercizio, di un potere di direzione esercitato a livello centrale e in periferia da organi del Ministero dell’Interno e condiviso tra le diverse Forze di Polizia.


È consentito il download degli articoli e contenuti del sito a condizione che ne sia indicata la fonte e data comunicazione all’autore.
Gli articoli relativi a contributi pubblicati su riviste si intendono riprodotti dopo quindici giorni dall’uscita.