Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente, motivi statistici e pubblicità. Chiudendo questo banner, cliccando al di fuori di esso o navigando su questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

pdf Se l’Antimafia diventa …Antimafia.

In Working Papers 51 download

Riflessioni (calabresi) a margine del libro di Francesco Forgione I Tragediatori. La fine dell’Antimafia e il crollo dei suoi miti. Leonardo Sciascia, circa i Professionisti dell’Antimafia, scriveva sulle pagine del Corriere della Sera del 10 gennaio 1987 che […] “…I lettori, comunque, prendano atto che nulla vale più, in Sicilia, per far carriera nella magistratura, del prender parte a processi di stampo mafioso. In quanto poi alla definizione di «magistrato gentiluomo », c’è da restare esterrefatti: si vuol forse adombrare che possa esistere un solo magistrato che non lo sia? …”[…]. Corrado Alvaro, che viveva le contraddizioni della vita d’Aspromonte, guardando ad una realtà complessa come quella meridionale che si barcamenava da secoli tra due antitetici sistemi, quello criminale e quello cosiddetto legale, scriveva che […] “…la disperazione peggiore di una società è il dubbio che vivere onestamente sia inutile...”[…].


È consentito il download degli articoli e contenuti del sito a condizione che ne sia indicata la fonte e data comunicazione all’autore.
Gli articoli relativi a contributi pubblicati su riviste si intendono riprodotti dopo quindici giorni dall’uscita.