Categoria: Pubblicazioni
Editore: Edizioni Diana
Pagine: 180
Anno: 2021

Recensione

La guerra, è vero, presuppone sempre delle volontà in lotta e, per questo, presuppone anche delle società politicamente organizzate in competizione fra loro. Ma nell’era della postmodernità il soggetto geopolitico che detiene il monopolio dell’uso della forza non necessariamente si identifica nello Stato quale massima organizzazione politica delle comunità (Nota dell’autore).
 
L’Autore manifesta una grande saggezza, nei commenti e nelle considerazioni personali sempre misurate e attentamente pesate. Da questo libro si percepisce poi la preoccupazione di Romeo, alla quale unisco la mia, che a forza di evocare la guerra ibrida questa sia diventata non soltanto reale, ma che sia già combattuta all’insaputa di tutti. (Prefazione di Fabio Mini).
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.


È consentito il download degli articoli e contenuti del sito a condizione che ne sia indicata la fonte e data comunicazione all’autore.
Gli articoli relativi a contributi pubblicati su riviste si intendono riprodotti dopo quindici giorni dall’uscita.